Libraio digitale

Shakespeare in fabula

Sir Arthur Quiller-Couch fu uno scrittore, critico letterario e poeta britannico. Dal 1912 alla morte insegnò letteratura inglese all’Università di Cambridge e per la stessa Cambride University Press fu prefatore e curatore delle opere di William Shakespeare.

Sir Arthur Quiller-Couch teorizzò che in narrativa vi sono solo sette storie, sette “impalcature” su cui gli scrittori basano l’intreccio della propria opera, e tutte sono vicende che ci parlano di conflittualità e trovò in Shakespeare l’esempio perfetto attraverso cui dimostrare questa analisi.

Tale teoria probabilmente generalizza un po’ troppo la complessità delle strutture narrative, ma noi la prendiamo a pretesto al fine di presentare alcuni libri di recente pubblicazione, o che abbiamo letto da poco o su cui vi è al momento una particolare attenzione.

 

image

Malaussène come lavoro fa il “capro espiatorio”: questo già la dice lunga su come il protagonista della serie ideata da Daniel Pennac si possa trovare continuamente in conflitto con la società, identificata appunto con gli orchi.

Il film tratto dal libro è nelle sale italiane da ottobre e per l’occasione Feedbooks ha ideato la geolocalizzazione dei luoghi parigini citati nei romanzi.

 

image

La casa editrice Fanucci propone in ebook il romanzo di un autore non molto noto, soprattutto in Italia. Si tratta dell’opera di maggior rilievo di Jim Thompson, sceneggiatore di Kubrick per alcuni grandi film, un viaggio nella mente di un criminale, tra psicosi e malvagità, fortemente innovativa nel 1952, anno della pubblicazione.

 

image

Che il Coriolano di Shakespeare e la Caterina di Matteo Cellini siano in lotta contro la società in maniera diversa, questo è ovvio, ma allo stesso tempo ci piace l’idea di presentare due modi diversi di conflitto verso lo stesso “rivale”.

Cate, io è stata una lettura davvero piacevole e significativa e condividiamo che all’autore siano stati assegnati premi quali il Campiello Opera Prima e il Premio Anima Roma per la Letteratura.

 

image

Uscito l’anno scorso, Nelle foreste siberiane è una lettura invernale che ricordiamo con piacere. Consigliato a chi si sente attratto dalla vita solitaria a contatto con la natura, diventa perfetta per un percorso di letture che annovera il Walden di Thoreau, Robinson Crusoe, Il richiamo della foresta e tutti quei libri in cui l’uomo si trova a confronto con la Natura.

 

image

Gli uomini, le donne e le inevitabili incomprensioni tra i due sessi, soprattutto quando di mezzo c’è l’amore, sono certemente uno degli espedienti narrativi più comuni per costruire un buon intreccio letterario. Doris Lessing affronta però un tema non molto esplorato in letteratura: due amiche fin dall’infanzia si ritrovano amanti l’una del figlio dell’altra, con tutti i problemi morali e le insicurezze che questo comporta…

 

image

Non si può certo paragonare la sanguinaria vendetta del Tito Andronico shakesperiano con il dissidio nato tra padre e figlio per questioni politiche, nucleo narrativo principale del libro di Giovanni e Niccolò Valentin, ma indubbiamente i due uomini che qui si scontrano sono la voce di un conflitto generazionale che in Italia è manifesto nella composizione della classe dirigente, dove il nuovo non riesce a scalzare il vecchio.

 

image

Macbeth rappresenta le forze del male e si scontra con i suoi avversari, guerrieri al fianco di Dio. Il conflitto di Shalom Auslander con il divino non raggiunge nemmeno lontanamente i picchi patetici della tragedia shakesperiana, il suo è un conflitto tutto quotidiano che ha origine dalle piccole cose, secondo lo stile del più puro umorismo ebraico. Il paragone con Woody Allen e David Sedaris è dietro l’angolo, di sicuro è una lettura divertente, con buona pace del povero generale scozzese!

Tre interviste per tre romanzi

La sezione della libreria dedicata alle interviste si arricchisce velocemente. Narrativa o saggistica, autori esordienti o già molto amati dai lettori, a noi non importa: se pensiamo che il libro valga la pena di essere letto e presentato adeguatamente, e che anche una piccola parte di coloro che ci segue possa seguire i nostri consigli, allora è deciso, è giusto dedicargli un’intervista!

Questo post presenta tre romanzi in uscita rispettivamente per Fazi, Longanesi e Garzanti, e ne parleremo presto con i loro autori, Goran Radovar, Romana Petri e Cristina Caboni.

Nel frattempo ve li presentiamo, potrete già decidere se inserirli nel vostro programma di letture!

 

9788876254222

A causa di una serie di rocambolesche avventure e coincidenze, alcuni scottanti documenti comprovanti la collusione fra Stato e mafia, tra cui la famosa agenda rossa di Paolo Borsellino, finiscono nella pila di manoscritti in valutazione presso la Danieli Editore, una casa editrice romana, arrivando così a costituire una mina vagante per tutti coloro a cui l’ingombrante plico capiterà inconsapevolmente tra le mani. La consueta routine di editor ambiziosi, indaffarate segretarie, scrittori in attesa di essere scoperti e tutta una galleria di particolarissimi personaggi verrà così irrimediabilmente sconvolta da intrighi molto più grandi di quelli classici editoriali a cui sono abituati ad assistere ogni giorno. 

 

747591

Affacciato al suo balconcino sul golfo di Napoli, Antonio guarda il mare pieno di luce e ascolta alla radio le canzoni di Sanremo. Nel quartiere lo prendono per matto, ma a lui non importa. Perché, se Antonio è pazzo, lo è d’amore per la sua Lucia, una lunga treccia nera e occhi screziati d’oro, che ha conosciuto in un giorno lontano del 1943. Anche se tutti gli dicono che il suo è un sogno impossibile, è con lei che Antonio spera di vivere giorni interminabili di purissimo amore, fatti di piccole, grandi cose: la spesa, la cucina, le serate sul balcone, la passione…
In un intenso romanzo che ha i colori del mare e del sole di una città magica, lo struggente racconto di una dolce e caparbia ossessione amorosa.

 

cristina-caboni-il-sentiero-dei-profumi_305x380

Elena non si fida di nessuno. Ha perso ogni certezza e non crede più nell’amore. Solo quando crea i suoi profumi riesce ad allontanare tutte le insicurezze. Solo avvolta dalle essenze dei fiori, dei legni e delle spezie sa come sconfiggere le sue paure. I profumi sono il suo sentiero verso il cuore delle persone. Parlano dei pensieri più profondi, delle speranze più nascoste: l’iris regala fiducia, la mimosa dona la felicità, la vaniglia protegge, la ginestra aiuta a non darsi per vinti mai. Ed Elena da sempre ha imparato a essere forte. Dal giorno in cui la madre se n’è andata via, abbandonandola quando era solo una ragazzina in cerca di affetto e carezze. Da allora ha potuto contare solo su sé stessa. Da allora ha chiuso le porte delle sue emozioni.Adesso che ha ventisei anni il destino continua a metterla alla prova, ma il suo dono speciale le indica la strada da seguire. Una strada che la porta a Parigi in una delle maggiori botteghe della città, dove le fragranze si preparano ancora secondo l’antica arte dei profumieri.

Quando le interviste verranno pubblicate ne daremo immediatamente notizia, non esitate quindi a seguirci attraverso i nostri account Twitter e Facebook!

Il resoconto della settimana – 11 aprile

Questa settimana è importante per la storia letteraria italiana! Il 6 e il 7 aprile accadono due avvenimenti importanti per Dante e Petrarca…Guardate qui:

 

La lettura de Il tempo bambino  di Simona Baldelli la consigliamo di cuore, leggete l’intervista per conivincervene:

IMG_0209

 

Questa settimana abbiamo selezionato dalla sezione dedicata alle opere in download gratuito uno dei classici per eccellenza del romanzo d’avventura…

 

Il 15 aprile si aprirà una grande mostra a Palazzo delle Esposizioni a Roma, dedicata a Pier Paolo Pasolini. Scoprite il rilievo culturale dell’iniziativa della casa editrice Garzanti:

paaasss

 

Ponte alle grazie inaugura questa settimana con Lezioni di giardinaggio planetario di Lorena Zambon la nuova collana Le rose selvatiche, dedicata alla natura e a chi si dedica ad essa attraverso varie attività. Abbiamo deciso di approfondire l’argomento attraverso un post speciale.

Giardinaggio

Stavamo per dimenticarci una cosa importante! Quale momento migliore se non la primavera per dedicarsi ai giardini? Ecco i libri in promozione sull’argomento

Quando la natura chiama…

Cosa pensavate! Stiamo parlando de Le rose selvatiche, la nuova collana di Ponte alle Grazie, una serie di libri dedicati interamente alla natura e perfettamente in linea con lo spirito di questa casa editrice da sempre attenta alle pubblicazioni più interessanti sull’argomento.

Il primo libro esce in libreria oggi, ed è dedicato al giardinaggio e a tutte le forme che quest’attività può assumere in un contesto anche urbano attraverso le storie delle persone che vi si dediano in modi anche molto diversi. Si intitola Lezioni di giardinaggio planetario, e l’autrice è Lorenza Zambon: vogliamo presentarvela attraverso il breve video della semina rivoluzionaria, tratto dallo spettacolo del 17 luglio 2009 tenutosi a Rivoli, in provincia di Torino.


 


Get Adobe Flash player



 
Non ci resta altro che proporvi tutte le categorie del nostro catalogo al fine di approfondire tutte le tematiche legata al mondo della natura, ma se la saggistica non fa proprio per voi ci permettiamo di rimandarvi ad un post, creato non molto tempo fa dedicato agli alberi, o meglio: ai libri che parlano di alberi.
Stavamo per dimenticarci una cosa importante! Quale momento migliore se non la primavera per dedicarsi ai giardini? Ecco i libri in promozione sull’argomento:

Intervista in vista: Il tempo bambino di Simona Baldelli

Coloro che hanno letto Evelina e le fate , il libro finalista al premio Calvino nel 2012 e vincitore del premio John Fante 2013, stanno già aspettando con impazienza il giorno dell’uscita del nuovo libro di Simona Baldelli.

Il tempo bambino, che stiamo leggendo in questi giorni in anteprima, ci sta emozionando molto; è una storia a cui si torna con la mente più volte durante la giornata, che avviluppa i pensieri e lascia un segno di cui probabilmente troveremo traccia nella nostra esperienza di lettori anche in futuro.

Ecco la scheda libro proposta dall’editore Giunti: noi, al momento, siamo talmente coinvolti dalla lettura che non abbiamo ancora trovato le parole necessarie, e soprattutto giuste, per presentare questo libro.

È una prova d’eccezione – un’opera estrema che usa al limite gli strumenti del narratore, con nozione di stile e da un profondissimo scavo psicologico- questo nuovo lavoro di Simona Baldelli. Storia alle prese con una materia delicata: l’infanzia.

E se è vero che c’è un’età dell’oro – spazio e tempo in cui, di solito, i bambini avvicinano il mondo: universo di persone e sentimenti, aspettative e sogni, in cui le paure diventano sicurezze – è vero pure che esistono anche i buchi neri – bui di cattiveria e di malvagità – a segnare e ferire il percorso di molti piccoli. Il nuovo protagonista dell’autrice – che, solo molto tardi, nella narrazione, scopriremo ha nome Mr. Giovedì – si chiama come un bambino ma ha un corpo da adulto. Ha attraversato un passato lento, così lento che non è ancora finito, tanto da non diventare grande mai.

È, insomma, uno strano-adulto-bambino, Mr. Giovedì, che, però, ha imparato a dominarlo, il tempo. L’ha tagliato, sminuzzato, pesato e stimato. Aggiusta e ricostruisce orologi, chiuso in una grande casa dove memorie e presenze della sua oscura età dell’oro lo inseguono. Mr. Giovedì ha ancora paura del buio e conosce il significato della parola dolore.

E poi c’è la Regina, che è ancora piccola, anche se vorrebbe sembrare più grande. E lei, invece, vorrebbe che il tempo corresse veloce. Noi non sappiamo se la Regina ha abitato uno spazio amorevole oppure no.

Un giorno, però, i due si incontrano, fuori dal tempo che noi conosciamo, diverso da quello che abbiamo imparato a sezionare in ore, minuti e secondi.

 Un tempo che ha alternanze diverse e uniche. È Il tempo bambino.

Ci sarà un finale che non ti aspetti, è, questo romanzo, una riflessione sul tempo dell’infanzia che resta nella mente di ogni lettore.

 L’infanzia negata e quella sognata. L’elemento fantastico e surreale come chiave della narrazione.

 

unnamedSimona_Baldelli

Non vi resta che attendere ancora qualche giorno per intraprendere la lettura di questo libro che consigliamo vivamente e per leggere l’intervista all’autrice.

Il resoconto della settimana – 4 aprile

Se le finestre del nostro ufficio fossero rivolte dall’altro lato dell’edificio, potremmo addirittura vederla: stiamo parlando della Tour Eiffel, che il 1 marzo ha compiuto 125 anni!

eifffff

Una piccola selezione di romanzi ambientati all’ombra di uno dei momumenti più famosi al mondo.

 

 

Questa settimana abbiamo avuto il piacere di presentare due autori, Neige De Benedetti e Gianluca Morozzi.

Leggete le due interviste:

Neige De Benedetti

Neige De Benedetti esordisce nel mondo della narrativa contemporanea con una storia molto delicata e poetica che presuppone nel lettore il gusto per i dettagli e l’amore per le piccole cose.

 

Gianluua morozzi

“Io per Radiomorte ho pensato di fare quello che hanno fatto i Led Zeppelin con il blues (beh, più o meno): prendere una materia antica, archetipica, ripetitiva, anche, e suonarla a modo mio facendola diventare un’altra cosa.”

 

Come sempre vi è un’ottima possibilità che anche i lettori più esigenti trovino un libro che faccia al caso loro, basta avere pazienza e guardare tutti i titoli proposti dalle varie case editrici, e non sono pochi.

 

duras

Ricorre il centenario della nascita di Marguerite Duras e vi presentiamo quindi una timeline parziale che integra elementi bibliografici, una galleria di fotografie, libri da scaricare ed estratti di documenti d’archivio.

 

hgf

 

Abbiamo già qualche idea per delle interviste in proposito…

Aprile, dolce…leggere!

Qual è il post che tutti, all’inizio di ogni mese, attendono con ansia malcelata? La risposta è semplice: è il riassunto di tutte le promozioni che accompagneranno il lettore ad aprile!

Come sempre vi è un’ottima possibilità che anche i lettori più esigenti trovino un libro che faccia al caso loro, basta avere pazienza e guardare tutti i titoli proposti dalle varie case editrici, e non sono pochi.

Non perdiamo quindi altro tempo e iniziamo la rassegna.

 

  • #Springbook: cosa hanno in comune Epicuro e Matthew Quick? La Dillon, Sepúlveda e Norman Doidge? 60 titoli di narrativa, saggistica e varia, da 0,99 a 5,99, accomunati dalla voglia di primavera, talvolta dal desiderio, spesso dalla levità e dalla positività.

 

  • Aprile giallo e noir: 50 titoli a 2,99, 3,99 e 4,99 con autori come Banville, Barron, Biondillo, Carrisi, Cooper, Crichton, Evanovich, Grangé, Indridason, Kanger, Nesser, Scerbanenco, Simoni, Tuzzi, Vichi, Welsh…

 

  • Salani in promozione: dalle più belle fiabe dei fratelli Grimm, Perrault ed Esopo in versione illustrata, ai classici contemporanei dell’editoria per ragazzi.

 

Non perdete inoltre le promozioni flash dedicate ad autori e ad eventi particolari: verranno com sempre segnalate attraverso i social network, non esitate a seguirci!

All’ombra della Tour Eiffel

Se le finestre del nostro ufficio fossero rivolte dall’altro lato dell’edificio, potremmo addirittura vederla: stiamo parlando della Tour Eiffel, che proprio oggi compie 125 anni!

Per l’occasione abbiamo deciso di proporvi una piccola selezione di romanzi ambientati all’ombra di uno dei momumenti più famosi al mondo. Cliccate sui titoli dei libri per visualizzarne la scheda.

 

Il resoconto della settimana – 28 marzo

Si tratta di tre autori poco conosciuti ma secondo noi dovrebbero entrare nella schiera dei classici. L’editoria indipendente fa anche questo: permette che libri ormai dimenticati riemergano dall’oblio.

 

 La prossima settimana vi sarà una lista primaverile ancora più interessante, la #Springbook: 60 titoli di narrativa, saggistica e varia, da 0,99 a 5,99, accomunati dalla voglia di primavera, talvolta dal desiderio, spesso dalla levità e dalla positività.

 

 

Il libro fu ignorato dalla maggior parte delle riviste letterarie ma lodato da Verga, che lo definì una delle più belle concezioni romantiche mai apparse in Italia. Credeteci che non ha nulla da invidiare alla letteratura sentimentale che va di moda adesso. Provate a leggerlo, il download è gratis!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Se leggete in inglese, non esitate a leggere (o rileggere!) i classici del noir americani e gli scrittori contemporanei come James Ellroy e Dennis Lehane. Il catalogo della libreria Feedbooks è piuttosto ricco e i romanzi sono quasi tutti disponibili per il download anche per l’Europa.

 

Le interviste: questa settimana si è rivelata particolarmente interessante da questo punto di vista, abbiamo dato voce a due autori e vi abbiamo presentato tre scrittrici che presto ci parleranno dei loro libri. Leggete qui:

 

 

 

 

 

 

Adoro parlare delle mie letture preferite, o delle problematiche legate allo stile, alla forma e alla lingua, ma nonostante questo sono sempre piuttosto reticente a discutere delle mie opere letterarie.
Mi considero piuttosto come uno scrittore che osserva, che un esibizionista. 

 

Nella mia mente Biagio Mazzeo è nato come un personaggio seriale sin dall’inizio. Ora che ho quasi terminato il terzo episodio, però, mi rendo conto che la serialità si estende a tutta la sua famiglia, alla città e alle sue mutazioni criminali, e a dei nemici con cui ha ancora qualche conto in sospeso. La sfida è cercare di mantenere vivo e in costante cambiamento il personaggio. 

 

Siamo molto lieti di presentare in anticipo le prossime interviste, un’incursione nell’universo di tre scrittrici molto diverse fra loro, non solo dal punto di vista dei generi letterari.

 

Ricordiamo inoltre che vi è anche la saggistica: nella sezione del catalogo riservata all’arte dello spettacolo potete trovare saggi d’approfondimento, storia, critica e molto altro.

 

Roberta Gallego, Neige De Benedetti e Claudia De Lillo: tre scrittrici per tre interviste

Siamo molto lieti di presentare in anticipo le prossime interviste, un’incursione nell’universo di tre scrittrici molto diverse fra loro, non solo dal punto di vista dei generi letterari.

La prima è Roberta Gallego, con le sue storie di una procura imperfetta: a gennaio è infatti uscito Doppia ombra, il secondo libro di questa serie che vede come protagonista il procuratore Alvise Guarnieri.

L’autrice di professione è sostituto procuratore, chi meglio di lei può mescolare sapientemente realtà e finzione?

 

gallego

 

Segue Neige De Benedetti, che con il suo Tubì Tubì edito da Sellerio esordisce nel mondo della narrativa contemporanea. Il romanzo è una storia molto delicata e poetica che presuppone nel lettore il gusto per i dettagli e l’amore per le piccole cose.

 

de benedetti

 

Per concludere, è il turno di Calaudia De Lillo, meglio conosciuta in rete con il nome di Elasti, grazie al suo blog Nonsolomamma, e ai precedenti libri della serie Elasti-mamma.

E che non sia solo una madre è chiaro come il sole grazie a questo libro in cui sembra dare voce a tutti i pensieri delle donne e con la capacità di toccare con leggerezza argomenti anche molto seri che tutti dovrebbero approfondire, non solo “le femmine”.

 

delillo