Libraio digitale

Le testimonianze storiche sono macchine del tempo

Molti associano la Storia a spiacevoli ricordi scolastici, a date impossibili da memorizzare, a ore di lezione di fronte a professori poco coinvolgenti e, soprattutto, alle interrogazioni.

Come potete immaginare, stiamo per sostenere che la Storia non si riduce a questo!

La riflessione è nata da questo tweet, che ci trova completamente d’accordo su quella che è la questione principale di questo post, ovvero conoscere il passato per capirre non solo il presente, ma anche noi stessi.

 

Vogliamo dunque proporre la lettura di alcune testimonianze storiche che, come macchine del tempo, vi riporteranno indietro nel passato, attraverso epoche e luoghi diversi e, cosa più importante di tutte, vi permetteranno di mettervi nei panni dei loro autori attraverso le loro parole.

Il download dei libri è gratuito, quindi provare (o meglio, leggere!) non costa nulla!

6276 6853 6848

Potete trovare altri libri simili all’interno della sezione dedicata alle opere di pubblico dominio e, ovviamente, all’interno del nostro catalogo vi è un’intera categoria riservata alla Storia: più di  1700 libri divisi per epoca o argomento come

e molti altri ancora.

Un ultimo approfondimento dedicato agli irrinunciabili della narrativa: anche gli scrittori di romanzi storici devono fare i conti con testimonianze e documenti se desiderano pubblicare delle opere strutturate e verosimili, e non si deve escludere che anche la finzione possa avere un certo valore storico.

Ecco cosa hanno da dire a riguardo tre autori che di romanzi storici se ne intendono e che abbiamo recentemente intervistato:

Angela Nanetti, autrice de Il bambino di Budrio

La vicenda de Il bambino di Budrio prende le mosse da un fatto storico accaduto realmente nell’omonimo paese in provincia di Bologna e sono state alcune stampe conservate in pinacoteca a darle l’ispirazione per questo libro. Per quanto riguarda i numerosi spaccati storici e le accurate descrizioni delle scene di vita romane di quali fonti si è servita?

Fonti iconografiche, dipinti e stampe, documenti di archivio e testimonianze, l’esplorazione lunga e sistematica di Roma, a piedi, per immaginare la Roma del tempo ed entrare nello spirito dell’epoca , visita di chiese e di monumenti. Tutto questo non per ricostruire da storica una situazione, ma per immergermi da autrice nella vicenda.

Ilva Fabiani, autrice de Le lunghe notti di Anna Alrutz

A fronte del grande successo di storie d’amore tra creature soprannaturali, vicende epiche e romanzi erotici, come mai secondo lei il romanzo storico continua ad essere un genere molto apprezzato?

Sono le storie singole, individuali ad appassionarci, credo. L’ambientazione storica ci fa scoprire meglio una determinata epoca, ma la cosa più avvincente è secondo me ritrovare, per esempio, nelle vicende di un monaco benedettino del tredicesimo secolo le stesse passioni e gli stessi timori che io, lettore, avverto settecento anni dopo. Il romanzo storico in fondo ci riconcilia con un passato solo apparentemente lontano.
Detto questo, non sono sicura che il mio romanzo possa rientrare pienamente nella categoria di romanzo storico: la Storia è sì una cornice essenziale senza la quale la vita di Anna Alrutz perderebbe di senso, eppure tendo a considerarlo anche un romanzo psicologico, intimista. Ho volutamente rinunciato a un uso troppo ossessivo di particolari storici, non volevo cadere nella trappola del principiante che li dissemina qua e là per dimostrare la plausibilità della trama. In fondo si tratta di una lunga, lucida confessione nella quale conta più il ricordo delle vicende, che la vicenda stessa. Il pentimento, più che l’analisi.

Andrea Maggi, autore di Morte all’Acropoli

La scrittura di “Morte all’Acropoli” ha comportato ovviamente un lavoro di documentazione e studio incentrato sull’epoca in cui è ambientato il romanzo. Per quanto riguarda la descrizione dei luoghi, ha compiuto una ricerca in prima persona recandosi in Grecia o si è affidato ad ulteriori fonti?

Le mie visite nei luoghi del romanzo risalgono ad anni fa. Sono state essenziali per ricostruire percorsi, distanze e per… respirare l’aria di Atene. Del resto, insostituibili sono state le fonti storiche, in particolare il contributo del grande periegeta, Pausania. Devo dire che la cosa a cui tenevo di più era ricostruire la vitalità di quella città meravigliosa. A tale scopo, ho “saccheggiato” le commedie di Aristofane e di Menandro, in particolare. Ho cercato frammenti di vita quotidiana in tutte le opere possibili e immaginabili, persino nel Simposio di Platone, che tutto può sembrare fuorché uno strumento per ricostruire usi e costumi di un tempo. Invece ho trovato spunti importanti anche lì. Mi sono divertito moltissimo nello svolgere questa ricerca e spero che si divertiranno anche i lettori, nel leggere.

 

 

In promozione a marzo

Marzo è un mese molto atteso: ci si lascia alle spalle l’inverno e ci sono numerosi ebook in promozione che parlano di primavera!

Iniziamo a scoprire le offerte del mese:

  • 50 classici Garzanti: Garzanti propone alcuni classici notissimi, assieme ad altri un po’ meno famosi, al prezzo di 1.49 €

Garzanti

 

Garzanti

 

unnamed

 

  • Fino al 10 marzo ricordate che i titoli di Tiziano Terzani sono in promozione: l’editore Longanesi ha pensato di dare voce a quello che è stato il più rilevante portatore di “una diversa idea di mondo”

Garzanti

 

I libri per il Capodanno cinese

Inizia oggi, secondo il calendario cinese, l’anno della capra, e ci sembra un buon pretesto per approfondire la conoscenza di questo grande Paese asiatico attraverso l’attualità, la storia e, ovviamente, la letteratura.

Tra poco la Cina324443SHEEHAN 0609.qxp937431

 

Approfittiamo per riproporre l’intervista a Xiaolu Guo, autrice del libro La Cina sono io, pubblicato da Metropoli d’Asia, un’interessante casa editrice che vi invitiamo a scoprire.

466

Ecco un breve estratto:

È assurdo affermare che la cultura asiatica sia poco conosciuta e a malapena discussa approfonditamente dato che l’Asia possiede la maggior parte della popolazione e le più forti radici culturali del mondo. Ma io non parlo qui di identità nazionale, io parlo della duplice maniera di imparare e conoscere che coinvolge Occidente e Oriente. Bisogna farlo, nel mondo contemporaneo.

Per rimanere all’interno del panorama letterario, abbiamo selezionato alcuni libri in cui la Cina è protagonista: cliccando sui titoli contenuti nell’immagine sottostante avrete accesso diretto alla scheda libro corrispondente.

 

Gli autori più recensiti dall’inizio dell’anno

Scoprite alcuni degli autori più recensiti dall’inizio dell’anno: cliccando sull’immagine sottostante sarà possibile accedere alle corrispettive schede libro, ad altri libri dello stesso scrittore o della stessa scrittrice, alle interviste e a molte altre informazioni.

 

Riflettori puntati su…Ponte alle Grazie

Una promozione di due settimane per scoprire la casa editrice Ponte alle Grazie, caratterizzata dalla qualità e poliedricità di molti suoi titoli.

Vi presentiamo 25 libri a prezzo speciale fino al 24 febbraio:

·         romanzi di autori di spessore come Margaret Atwood, Simone De Beauvoir, Sarah Waters, Francesco Pecoraro

·         due thriller nordici di Thomas Kanger

·         alcuni saggi curiosi e divulgativi come il bellissimo “Il cervello infinito” o come “Sei proprio il mio typo”, “Il libro nero dell’umanità”, “In difesa delle cause perse” di Žižek

·         tre titoli sul rapporto uomo-natura: “L’orto di un perdigiorno”, il romanzo “Il signor giardiniere”, “Ciò che conta è la bicicletta

·         due titoli sulla buona alimentazione: “I magnifici 20” e “Alchimie in cucina

·         un piccolo libro cult su Marco Olmo, che a 60 anni passati è ancora un campione di corsa estrema

·         una riflessione sulla vita di coppia, “Il gusto della vita insieme

·         il self help di qualità di Nardone e Giacobbe

·         alcuni racconti inediti a soli 0,99 euro per far scoprire ai lettori autori come Pecoraro, Kushner e Nucci

 

Vi proponiamo inoltre la lettura di tre interviste svolte in collaborazione con Ponte alle Grazie e che Sergio Garufi, Ruth Ozeki e Andrés Neuman hanno gentilmente concesso alla nostra libreria. Cliccando sulle immagini verrete indirizzati automaticamente alla pagina dell’intervista.

 

338

418

263

Reading Challenge: il fascino delle liste

Stilare elenchi, raggruppare, riordinare, organizzare…sono tutte azioni che i lettori conoscono benissimo. C’è chi all’inizio dell’anno si programma le letture per i dodici mesi a venire, vi è chi si affida a liste proposte da celebri scrittori o dagli inserti culturali di prestigiosi quotidiani. C’è chi, invece, le sue letture non le pianifica affatto.

Per citare Umberto Eco, le liste danno le vertigini, e noi, che non siamo per nulla immuni al fascino dell’accumulo librario, ci siamo divertiti a enumerare 50 libri secondo le indicazioni contenute in un Reading Challenge proposto da Matte da leggere.

Ci sembra un buon modo per conoscerci un po’ di più e scoprire molti spunti di lettura.

A proposito, le vostre risposte quali sono? Non esitate a farcele conoscere!

I libri di San Valentino

Febbraio significa anche libri d’amore.

Fioriscono in libreria storie di amanti appassionati, di addii e di ricongiungimenti, vicende di amori timidi e mai dichiarati, di sospiri alla melassa o dal sapore agrodolce.

Tra i titoli in promozione per tutto il mese ci sono quattro libri che conosciamo molto bene perché abbiamo intervistato i loro autori. Leggendo le loro parole scoprirete che ogni storia d’amore è come un fiocco di neve: nessuna è uguale all’altra!

747591768219831914883324

Cliccando sui titoli contenuti nel cuore avrete accesso a trenta titoli, tutti in promozione fino al 28 febbraio: impossibile non trovare la storia d’amore che fa al caso vostro!

 

 

Professione Lolita di Daniele Autieri: una storia dall’anima nera

“Le storie dall’anima nera viaggiano rasoterra perché sono appesantite dal fardello della colpa e del rimpianto”.

Soprattutto se sono vere, aggiungiamo noi.

Daniele Autieri, giornalista di Repubblica, grazie ad un’inchiesta a portato alla luce una nera vicenda di sesso, droga e corruzione. Come ci spiega nell’intervista che ci ha gentilmente concesso, Professione Lolita è quindi una storia che deve la sua genesi più alla realtà che alla fantasia.

foto-daniele-autieri_122322

“Per quanto diversi, sfaccettati, complessi, i protagonisti di questa storia sono tutti chiamati a fare i conti con la strada. E con le loro debolezze. E le debolezze vengono fuori con forza nella narrazione fino a tracciare il ritratto di giovani senza freni, criminali spietati, politici corrotti. Il loro inferno è la strada perché li costringe a fare i conti con la brutalità della vita e con l’onere della scelta”.

proscenio_professione lolitaI luoghi del romanzo sono quindi gli stessi che hanno fatto da teatro agli avvenimenti descritti, fatti che hanno suscitato l’indignazione degli italiani e che hanno dimostrato come la corruzione sia giusto dietro l’angolo, o forse, negli stessi posti che abitualmente frequentiamo…

Se desiderate approfondire ulteriormente l’argomento, vi lasciamo alle parole di Daniele Autieri, che in questo video spiega come ha affrontato questa importante inchiesta e in quale modo, in seguito, ha rielaborato i relativi documenti per trarne questo libro.

 

Il «Proscenio» è di Vincenzo Bizzarri (Foggia, 1987). Autore di fumetti e illustratore, dopo sei anni di autoproduzione esordisce nel 2012 come disegnatore nel libro a fumetti Dal Risorgimento alla Resistenza edito dalla Regione Toscana. Collabora e pubblica con la casa editrice Double Shot, Kleiner Flug, la rivista «Lo Spazio bianco» e il Goethe Institut. Nel 2013 vince la Comics Jam indetta dalla Fondazione Ferragamo. Attualmente frequenta il biennio specialistico in Linguaggi del Fumetto all’Accademia di Belle Arti di Bologna.

Tutto #classicidaleggere

Tutto #classicidaleggere è il nostro modo per ringraziarvi: avete partecipato in moltissimi all’ultimo quiz, lanciato la scorsa settimana, e siamo sicuri che anche questo post verrà apprezzato da coloro che amano i classici e da chi invece vorrebbe dedicarcisi più spesso.

Attraverso una timeline, una mappa letteraria e due quiz, partiamo alla scoperta delle grandi opere della letteratura!

Roma letteraria: otto percorsi letterari da compiere nella capitale attraverso altrettanti classici, tutti disponibili gratuitamente nella sezione dedicata alle opere ormai libere da diritti d’autore, tutte in formato ePub.


 
Scopri l’autore e #classicidaleggere…e da guardare! sono i quiz per mettere alla prova le vostre conoscenze letterarie!

Scopri l'autore

Inizio
Congratulazioni - hai completato Scopri l'autore. Hai totalizzato %%SCORE%% su %%TOTAL%% La tua performance è stata valuatata come: %%RATING%%
Your answers are highlighted below.
Ritorno
Gli elementi ombreggiati sono completi
12345
678910
FIne
Ritorno

#classicidaleggere...e da guardare!

Inizio
Congratulazioni - hai completato #classicidaleggere...e da guardare!. Hai totalizzato %%SCORE%% su %%TOTAL%% La tua performance è stata valuatata come: %%RATING%%
Your answers are highlighted below.
Ritorno
Gli elementi ombreggiati sono completi
12345
678910
11121314FIne
Ritorno

25 gennaio: il giorno dei robot

Il 25 gennaio 1920, durante la rappresentazione dello spettacolo teatrale R.U.R. scritto da Karel Čapek (curiosamente presente nel nostro catalogo con un’opera piuttosto diversa da quella appena citata, ovvero L’anno del giardiniere) viene usata per la prima volta la parola robot.

Il termine Robot, dal ceco robota, che significa schiavitù, viene utilizzato per designare le creature costruite in una fabbrica al fine di essere immesse in commercio e sollevare gli esseri umani dal peso dei lavori di fatica. Si potrebbe dire che l’epilogo si intuisce facilmente, ma all’epoca, quando la fantascienza era ancora un genere in fieri, la storia destava una certa sorpresa.

375px-Capek_play

Da quel giorno i robot sono entrati nel nostro quotidiano, non solo da un punto di vista lessicale, ma anche nelle opere di narrativa e cinematografiche, per non parlare della loro presenza nel nostro quotidiano, sebbene non abbiano (ancora?) forma umana.

Vi proponiamo dunque una selezone di titoli in cui sono proprio i robot ad essere i protagonisti.