Libraio digitale

Un percorso di letture per la notte di San Lorenzo

La notte di San Lorenzo è uno degli appuntamenti più suggestivi dell’estate. Abbiamo pensato che, dopo ore trascorse con gli occhi al cielo, la cosa migliore sia rivolgerli verso un libro, o meglio, verso una serie di letture adatte all’occasione.

L’astronomia, l’universo e un percorso nella storia che ne ha accompagnato lo sviluppo sono le tematiche prescelte per questo 10 agosto. Cliccando sulle stelle avrete direttamente accesso alla scheda del libro selezionato.

Inutile dire che la stella più brillante è Margherita Hack.

Gli autori più recensiti a luglio

I librai di Feedbooks non si fermano d’estate, e nemmeno i blog letterari e tutti coloro che grazie alle loro recensioni continuano a sorvegliare il panorama editoriale e a fornirci i migliori consigli di lettura e le loro opinioni a riguardo!

Anche a luglio, quindi, possiamo fare un bilancio e presentarvi gli autori più recensiti e le letture più apprezzate del mese.

Sulle tracce di Simenon

Georges Simenon, il celebre scrittore belga, è stato indubbiamente uno degli autori più prolifici del secolo scorso.

Seppure si sia dedicato a diversi generi letterari, verrà per sempre ricordato come il creatore dell’altrettanto famoso commissario Maigret, che con le sue indagini ha appassionato, e continua ad appassionare, i lettori di tutto il mondo.

Di fronte alla grande di libri scritti da Simenon che vedono Maigret come protagonista, ci si può sentire spiazzati. Da quale iniziare?

Grazie alla casa editrice Adelphi, possiamo fugare ogni minimo dubbio, e proporvi la lettura delle inchieste del commissario nell’ordine corretto. Potete scegliere, inoltre, se leggerle in una serie di volumi che raccolgono le diverse indagini o una per una, nel più classico dei modi.

 

1-5Copertine epubb Simenon gli adelphi

Vi invitiamo a prender parte alle vicende di Maigret anche attraverso questa due geolocalizzazione, perfetta per coloro che leggono in francese: si tratta di una mappa letteraria che presenta i luoghi in cui sono avvenuti i crimini che il commissario deve risolvere, per la maggior parte a Parigi. Cliccando sulle icone blu avrete accesso al riassunto del libro e, volendo, a un link diretto all’ebook in lingua originale.

I classici della narrativa americana in lingua originale

In occasione del 4 luglio, giornata in cui negli Stati Uniti si festeggia l’indipendenza, vi proponiamo un viaggio nella letteratura americana attraverso una serie di romanzi e novelle tutte in download gratuito e in lingua originale. Mark Twain, Nathaniel Hawthorne, Edith Wharton e Jack London sono solo alcuni degli scrittori presenti nella timeline sottostante e che potete condividere con tutti i lettori appassionati di narrativa americana.

Gli autori più recensiti a giugno

Giugno finisce oggi e con domani entriamo ufficialmente nel pieno dell’estate!

Scoprite attraverso l’immagine interattiva quali sono stati i romanzi più recensiti del mese e, soprattutto, approfittate dei commenti di chi li ha già letti per scegliere le vostre letture estive…
 

Conosci la letteratura tedesca?

Quest’anno, al Salone internazionale del libro, tenutosi a Torino dal 14 al 18 maggio, il Paese ospite d’onore è stato la Germania.

Molti lettori hanno partecipato attivamente all’evento e alle iniziative organizzate durante i cinque giorni di Salone, molti altri, invece, hanno seguito lo svolgersi della manifestazione attraverso i social network.

Oggi vi proponiamo un quiz per verificare le vostre conoscenze in merito alla letteratura tedesca: vediamo se il Salone del libro è riuscito ad avvicinare altri lettori alla grande tradizione letteraria della Germania!

Conosci la letteratura tedesca?

Inizio
Congratulazioni - hai completato Conosci la letteratura tedesca?. Hai totalizzato %%SCORE%% su %%TOTAL%% La tua performance è stata valuatata come: %%RATING%%
Your answers are highlighted below.
Ritorno
Gli elementi ombreggiati sono completi
12345
678910
FIne
Ritorno

Editoriale Scienza: quando i libri creano i futuri scienziati

Si nota immediatamente quando i libri, siano essi cartacei o in formato digitale, sono fatti con passione e competenza.

Questa è stata la prima riflessione sorta di fronte al catalogo di Editoriale Scienza, presente nella nostra libreria all’interno delle sezioni dedicate alla narrativa e alla saggistica per ragazzi.

Abbiamo quindi deciso di approfondire la conoscenza di questa casa editrice triestina ponendo qualche domanda alla sua responsabile, Sabina Stavro.

Editoriale Scienza è una casa editrice specializzata in divulgazione scientifica per ragazzi. Qual è la riflessione che ha ispirato questo progetto?

Avendo sede a Trieste, che si definisce “città della scienza” con la presenza di importanti istituzioni come la Sissa e il centro Abdus Salam, ci è venuto spontaneo chiederci come mai in Italia non ci fosse ancora un editore per ragazzi specializzato in scienza e, confrontandoci all’inizio proprio con queste istituzioni, cercare di riempire al meglio questa nicchia. Era l’inizio degli anni ’90, e in quel periodo qui è sorto il primo museo hands on italiano, l’Immaginario scientifico, che adotta tecniche espositive e metodologie di animazione tipiche dei cosiddetti “musei di nuova generazione” , ovvero i science centre, che hanno rivoluzionato le tipiche modalità di fruizione dell’ambiente museale. Ispirandoci alla stessa filosofia e dunque convinti che la scienza si capisce mettendo le “mani in pasta”, abbiamo iniziato la nostra avventura nell’ambito della divulgazione per ragazzi.

La casa editrice è nata nel 1993: come si è evoluta sino ad oggi, nel suo caso, la professione di editore?

Le competenze che oggi si richiedono a un editore sono più complesse di un tempo, perché è aumentata la complessità del mercato. La gestione economica è cruciale, ma bisogna comunque cercare sempre di avere nel proprio catalogo un giusto mix tra titoli ad alta rotazione e quelli a rotazione più bassa. Non si deve infatti perdere il coraggio di pubblicare quelle proposte che non faranno grandi numeri in termini di vendita, ma che sono molto valide per il contenuto, per la qualità dei testi e delle illustrazioni.
Nei 22 anni trascorsi dalla fondazione di Editoriale Scienza, si sono ampliati anche i canali di promozione, si pensi ad esempio ai canali social, e c’è la necessità di essere presenti e attivi in più ambiti possibile, naturalmente scegliendo quelli in linea con il proprio target di riferimento.

Come avviene la ricerca e la scelta dei titoli da pubblicare?

Ci sono due strade: una è quella della traduzione del libro proveniente dal mercato straniero, l’altra è quella della pubblicazione delle proposte italiane. Per quanto riguarda il primo caso, è fondamentale la partecipazione alle fiere di settore, così come l’aver stabilito un rapporto di fiducia con gli editori esteri specializzati in divulgazione. Sul fronte nazionale, riceviamo proposte sia da autori già noti che non, e le vagliamo con lo stesso interesse in quanto contano la serietà e la bontà del progetto.

Dedicarsi alla letteratura per ragazzi, soprattutto in questo caso così particolare, presuppone certamente una conoscenza e un rapporto stretto con i piccoli lettori. Come entrate in contatto con il vostro pubblico?

Attraverso la partecipazione ai festival sparsi per l’Italia, in cui abbiamo l’occasione di vedere i nostri autori raccontare il libro ai diretti interessati, ovvero i ragazzi, attraverso le biblioteche, che ospitano letture ad alta voce e laboratori, e anche attraverso gli insegnanti, che spesso invitano i nostri autori nei loro istituti.

Qual è stata la riflessione che ha portato a considerare anche il formato digitale per il vostro catalogo? Tutti i vostri libri sono disponibili in ebook?

Quello degli ebook è un mercato ancora piccolo per quanto riguarda i libri per ragazzi, ma è importante esserci tanto per il mondo dei privati tanto per quello della scuola. Negli ultimi mesi abbiamo reso disponibili in formato digitale vari nostri titoli, al momento ne contiamo una cinquantina nei due formati. Non tutti i nostri volumi si prestano a diventare e-book in quanto abbiamo in catalogo molti libri pop-up, con finestrelle da sollevare e con allegati.

Ci ha particolarmente colpito la serie di libri dedicata al racconto della vita di donne che hanno dato un grande contributo alla scienza: come è nata l’esigenza di creare una collana di biografie al femminile?

La storia delle donne nella scienza è stata una storia di emarginazione: basta ricordare che in molti paesi europei, ancora all’inizio del XX secolo, alle ragazze era precluso l’accesso ai licei o all’università, personaggi come Marie Curie e Sofia Kovalevskja hanno subito queste discriminazioni. Tutt’oggi c’è chi pensa che alle donne siano più indicate materie letterarie e linguistiche, e così molte ragazze crescono tra questi pregiudizi e se ne lasciano influenzare, scegliendo magari percorsi umanistici anche contro le loro inclinazioni e contribuendo, così, a rafforzare i pregiudizi stessi. Abbiamo quindi deciso di raccontare le storie di donne di scienza, spesso sconosciute al grande pubblico, per mostrare ai ragazzi come con la passione si possano superare anche ostacoli che sembrano insormontabili, senza comunque rinunciare alla vita privata e agli affetti.

Editoriale Scienza non si limita alla pubblicazione di libri ma estende le sue attività in contesti più pratici e interattivi come l’organizzazione di attività che permettono ai ragazzi di avvicinarsi al mondo della scienza. Come attuate queste iniziative?

In special modo dobbiamo ringraziare le biblioteche, che trovano i nostri laboratori perfetti per far capire agli insegnanti e ai genitori come si può mettere “in azione” il libro di scienza, creando un’occasione di intrattenimento e formazione. Tali laboratori puntano alla partecipazione attiva di tutti i bambini presenti, coinvolgendoli nell’attività e facendo realizzare loro qualcosa da portare a casa, per far entrare così la scienza in famiglia.

Quali sono i festival e gli eventi letterari imperdibili nel panorama dell’editoria per ragazzi?

Festivaletteratura di Mantova, il festival Tuttestorie di Cagliari, Pordenonelegge, Scrittori in città a Cuneo, Mare di Libri a Rimini e Avventure di carta a Galliate.

Il dibattito su come avvicinare i ragazzi alla lettura è un problema costante e, soprattutto controverso: quali sono, secondo lei, i metodi più efficaci per riuscire a crescere dei lettori?

Sicuramente sostenere la crescita delle biblioteche scolastiche e far entrare quindi i libri nelle classi. In questo senso è stato pensato dall’Aie – Associazione italiana editori il progetto Amo chi legge, che invita scuole e biblioteche a stilare una lista di “libri desiderati” e a gemellarsi con una libreria per promuovere insieme tale lista ai privati come a istituzioni, aziende e associazioni, invitandoli ad acquistare i volumi per donarli alla scuola o biblioteca in questione. Fondamentale è anche coinvolgere le famiglie, facendo capire loro quanto sia importante la lettura ad alta voce e la condivisione delle emozioni che un libro può dare, e in questo frangente gioca un ruolo attivo e importante il progetto Nati per leggere. Va inoltre riconosciuto un grande merito alle librerie per ragazzi, gestite da librai competenti e appassionati che danno un contributo importante sul territorio.

 

1210103

Scoprite il catalogo Editoriale Scienza all’interno della nostra libreria e non esitate a esplorare il sito della casa editrice per avere ulteriori informazioni in merito alle attività e ai progetti in corso.

 

I 50 autori dell’Index Translationum

Esiste un nesso tra la celebrità di un autore e la quantità delle traduzioni delle sue opere?

Incuriositi siamo andati a consultare l’Index Translationum, l’indice delle opere tradotte in tutto il mondo, creato nel 1932 dall’ONU e ora gestito dall’UNESCO.

Ecco qui la classifica dei cinquanta scrittori e scrittrici più tradotti al mondo: cliccando sul loro nome avrete accesso alle loro opere, se presenti all’interno del nostro catalogo.

Per qualsiasi informazione supplementare, nel caso desideriate approfondire l’argomento, vi rimandiamo al sito ufficiale dell’Index Translationum.

  1. Agatha Christie
  2. Jules Verne
  3. William Shakespeare
  4. Enid Blyton
  5. Barbara Cartland
  6. Danielle Steel
  7. Lenin
  8. Hans Christian Andersen
  9. Stephen King
  10. Jacob Grimm e
  11. Wilhelm Grimm
  12. Nora Roberts
  13. Alexandre Dumas (padre)
  14. Sir Arthur Conan Doyle
  15. Mark Twain
  16. Fëdor Dostoevskij
  17. Georges Simenon
  18. Astrid Lindgren
  19. Giovanni Paolo II
  20. René Goscinny
  21. Robert Lawrence Stine
  22. Jack London
  23. Lev Nikolàevič Tolstòj
  24. Isaac Asimov
  25. Charles Dickens
  26. Robert Louis Stevenson
  27. Rudolf Steiner
  28. Oscar Wilde
  29. Sidney Sheldon
  30. Victoria Holt
  31. Karl Marx
  32. Honoré de Balzac
  33. Ernest Hemingway
  34. Robert Ludlum
  35. Hermann Hesse
  36. Franz Kafka
  37. Dean R. Koontz
  38. Friedrich Nietzsche
  39. Rajanīśa
  40. Mary Higgins Clark
  41. Platone
  42. Anton Čechov
  43. J. R. R. Tolkien
  44. Edgar Allan Poe
  45. Rudyard Kipling
  46. Charles Perrault
  47. Roald Dahl
  48. Johann Wolfgang von Goethe
  49. Gabriel García Márquez
  50. et al.

Torino: in visita a casa di Culicchia

Il Salone Internazionale del Libro di Torino si è concluso da pochi giorni e qualcuno dei numerosi visitatori, forse, ha prolungato la sua visita e ora sta esplorando la città.

O forse qualche lettore che si è recato a Torino per l’evento già sogna di tornarci nuovamente.

Abbiamo pensato, allora, di andarci tutti insieme, e al seguito di una guida d’eccezione: Giuseppe Culicchia ha moltissime cose da raccontare a proposito della sua città e vi proponiamo di seguirlo tra le vie di Torino e lungo i Murazzi. Le soste nelle piole e nei caffé più celebri sono comprese!

Dopo Torino è casa mia si riparte alla volta del capoluogo piemontese con Torino è casa nostra, in libreria dalla scorsa settimana, un interessante viaggio che lo scrittore e giornalista propone a tutti, inclusi i torinesi stessi.

88578_Culicchia 0309Layout 1340188

A un certo punto della storia del genere umano, stando a quanto si è letto sui giornali, gran parte degli italiani non è più andata in vacanza. Era iniziata ufficialmente la crisi più grave dal 1929, e di conseguenza si era costretti a restare in città. È così che noi torinesi ci siamo ritrovati ad avere un enorme vantaggio sui nostri connazionali: Torino aveva scoperto solo di recente la sua vocazione turistica. Perciò la maggior parte degli italiani non c’era ancora mai stata, in vacanza. A cominciare da noi torinesi, che finora, per le nostre vacanze, chissà perché avevamo sempre scelto altre località. Da lì in poi, invece, optando per Torino avremmo potuto stupire innanzitutto noi stessi, ma anche i nostri amici e parenti che vivevano altrove.

Nella mappa sottostante avrete accesso alla personalissima Torino di Culicchia: cliccando sulle icone potrete leggere alcuni brevi estratti del libro che vi accompagneranno alla scoperta (o la riscoperta) di questa meravigliosa città.

#SalTo15: il Salone Internazionale del Libro di Torino su Feedbooks

Coloro che quest’anno non hanno potuto recarsi a Torino e partecipare al Salone Internazionale del Libro potranno incontrare, attraverso l’immagine sottostante, gli autori e i libri presentati durante le giornate dell’evento.

Cliccando su ognuno dei titoli avrete accesso alla scheda libro, con le eventuali recensioni e le interviste agli autori.

 
Vi segnaliamo, inoltre, una numerosa serie di promozioni fiorite a maggio.