Torino: in visita a casa di Culicchia

par Veronica

Il Salone Internazionale del Libro di Torino si è concluso da pochi giorni e qualcuno dei numerosi visitatori, forse, ha prolungato la sua visita e ora sta esplorando la città.

O forse qualche lettore che si è recato a Torino per l’evento già sogna di tornarci nuovamente.

Abbiamo pensato, allora, di andarci tutti insieme, e al seguito di una guida d’eccezione: Giuseppe Culicchia ha moltissime cose da raccontare a proposito della sua città e vi proponiamo di seguirlo tra le vie di Torino e lungo i Murazzi. Le soste nelle piole e nei caffé più celebri sono comprese!

Dopo Torino è casa mia si riparte alla volta del capoluogo piemontese con Torino è casa nostra, in libreria dalla scorsa settimana, un interessante viaggio che lo scrittore e giornalista propone a tutti, inclusi i torinesi stessi.

88578_Culicchia 0309Layout 1340188

A un certo punto della storia del genere umano, stando a quanto si è letto sui giornali, gran parte degli italiani non è più andata in vacanza. Era iniziata ufficialmente la crisi più grave dal 1929, e di conseguenza si era costretti a restare in città. È così che noi torinesi ci siamo ritrovati ad avere un enorme vantaggio sui nostri connazionali: Torino aveva scoperto solo di recente la sua vocazione turistica. Perciò la maggior parte degli italiani non c’era ancora mai stata, in vacanza. A cominciare da noi torinesi, che finora, per le nostre vacanze, chissà perché avevamo sempre scelto altre località. Da lì in poi, invece, optando per Torino avremmo potuto stupire innanzitutto noi stessi, ma anche i nostri amici e parenti che vivevano altrove.

Nella mappa sottostante avrete accesso alla personalissima Torino di Culicchia: cliccando sulle icone potrete leggere alcuni brevi estratti del libro che vi accompagneranno alla scoperta (o la riscoperta) di questa meravigliosa città.